Macchine da cucire industriali: guida completa

1
2
3
4
5
Necchi N81 Macchina per Cucire Automatica, Plastica, Bianco, 38 x 30 x 17 cm
Singer Promise 1409 Macchina da Cucire, 15 Operazioni di cucito, 9 Opzioni di punti, Bianco
Necchi KM417A New Mirella Macchina da Cucire con 17 Punti di Cucitura, Esclusiva, Facile per da...
Singer SVP 3210 Macchina da Cucire, bianco, 30 X 40 X 17 Cm
Singer Talent 3323 Macchina da Cucire, Bianco, 22x45x35 cm
Necchi N81 Macchina per Cucire Automatica, Plastica, Bianco, 38 x 30 x 17 cm
Singer  Promise 1409 Macchina da Cucire, 15 Operazioni di cucito, 9 Opzioni di punti, Bianco
Necchi KM417A New Mirella Macchina da Cucire con 17 Punti di Cucitura, Esclusiva, Facile per da...
Singer SVP 3210 Macchina da Cucire, bianco, 30 X 40 X 17 Cm
Singer Talent 3323 Macchina da Cucire, Bianco, 22x45x35 cm
9.4/10
9.2/10
9.2/10
9/10
8.6/10
Necchi
Singer
Necchi
Singer
Singer
OffertaBestseller No. 31
Necchi N81 Macchina per Cucire Automatica, Plastica, Bianco, 38 x 30 x 17 cm
Necchi N81 Macchina per Cucire Automatica, Plastica, Bianco, 38 x 30 x 17 cm
Macchina per cucire automatica, 7 Punti, 13 operazioni di cucitoPunti utili, Punti decorativi, asola automatica in 4 fasiFinestra visiva selezione punto, regolazione della pressione del piedino, crochet oscillante
9.4/10
OffertaBestseller No. 32
Singer  Promise 1409 Macchina da Cucire, 15 Operazioni di cucito, 9 Opzioni di punti, Bianco
Singer Promise 1409 Macchina da Cucire, 15 Operazioni di cucito, 9 Opzioni di punti, Bianco
Macchina automatica con 15 operazioni di cucitoBraccio libero per cuciture tubolariSistema di infilatura a prova di errore
9.2/10
Bestseller No. 33
Necchi KM417A New Mirella Macchina da Cucire con 17 Punti di Cucitura, Esclusiva, Facile per da...
Necchi KM417A New Mirella Macchina da Cucire con 17 Punti di Cucitura, Esclusiva, Facile per da...
【ESCLUSIVA PER ANNIVERSARIO NECCHI】La nuova macchina per cucire Necchi New Mirella è un modello...【FACILE DA USARE】Questa nuova macchina da cucire Necchi risulta essere particolarmente...【SVARIATE FUNZIONI DI CUCITO】19 funzioni di cucito per un totale di 17 Punti di cucitura...
9.2/10
OffertaBestseller No. 34
Singer SVP 3210 Macchina da Cucire, bianco, 30 X 40 X 17 Cm
Singer SVP 3210 Macchina da Cucire, bianco, 30 X 40 X 17 Cm
9.0/10
Bestseller No. 35
Singer Talent 3323 Macchina da Cucire, Bianco, 22x45x35 cm
Singer Talent 3323 Macchina da Cucire, Bianco, 22x45x35 cm
8.6/10

Che cosa sono le macchine da cucire industriali? Come sono fatte? Quali sono le differenze rispetto a una cucitrice per uso domestico? L’ambito delle cucitrici industriali appartiene indubbiamente al mondo del cucito professionale. Solamente un professionista sartoriale infatti sarà in grado di lavorare con delle cucitrici di questo genere, in quanto sono dei macchinari sicuramente più difficili da saper maneggiare e governare. Molti modelli, a tal proposito, sono dotati di eccellenti risposte ai comandi grazie ad appositi sistemi a trasmissione diretta. Le dimensioni, l’uso e le caratteristiche di questi macchinari per cucire sono pensati per lavorare intensamente e a livelli alti di precisione.

Come prima cosa, per quanto riguarda le caratteristiche estetiche, le cucitrici industriali sono dei macchinari molto ingombranti. Sono composte da un bancale nel quale sono incorporate e, principalmente per questo motivo, risultano difficili da trasportare, e pertanto possono occupare delle porzioni non indifferenti di spazio. Il tavolo in cui sono incassate riproduce sulla parte esterna del bordo un comodo metro per consentire in ogni momento di poter prendere le misure e poter svolgere le misurazioni necessarie durante la fase di cucitura. Al di sotto di questo tavolo di lavoro è montato il motore con tutti i fili di collegamento dell’apparecchio. Alcuni modelli, sono dotati di motore integrato montato sulla parte superiore della macchina. Questo consente di eliminare la vecchia cinghia del motore e così di risparmiare energia e di ridurre tutte le vibrazioni.

Nella parte sottostante, inoltre, è presente anche il pedale. Quest’ultimo è costruito in metallo ed è visibilmente più grande rispetto a un reostato per cucitrici domestiche, in quanto è incorporato all’intero del macchinario per cucire e non è collegato a un filo ma a robuste aste di ferro che fanno tutt’uno con l’intera cucitrice. Le macchine da cucire industriali sono degli apparecchi estremamente resistenti, pensati per un uso intensivo del cucito e, di fatto, una caratteristica fondamentale del loro utilizzo è che devono essere in grado di cucire a un’elevata velocità di cucitura. Si pensi, ad esempio, che molti modelli di macchinari sono capaci di realizzare anche fino a 5000 punti al minuto. Inoltre, la maggior parte dei modelli sono costruiti in ghisa, e per questo risultano dotati di materiali davvero robusti e resistenti al tempo e all’usura.

Per tutti questi fattori, si può dire che le dimensioni di una macchina da cucire industriale, tendenzialmente, non consentono uno spostamento del macchinario troppo frequente ma necessitano di uno spazio fisso nel quale posizionarlo, magari il più possibile vicino ad un attacco della corrente per poterlo mettere in funzione. Queste caratteristiche, che riguardano la forma e le dimensioni, sono determinate dalla finalità del loro utilizzo: sono delle cucitrici che si usano specialmente nei grandi laboratori sartoriali, nei quali sono presenti macchinari per cucire di diverso tipo e pensati per funzioni più specifiche.

Una macchina da cucire industriale, proprio come quella per uso domestico, avrà una manopola per regolare la lunghezza del punto e la sua ampiezza. Un’altra manopola presente è indubbiamente il volantino, così come la rotella per regolare la tensione del filo. Quest’ultima è davvero fondamentale in questi macchinari, considerando la velocità di lavorazione a cui questo genere di apparecchi sono abituati. Inoltre sarà presente anche la funzione retromarcia per invertire le griffe di trasporto della zona di cucitura e cucire più volte sullo stesso punto. Tra le altre opzioni possibili dei modelli in commercio vi sono la funzione rasafilo per i fili corti, la funzione scartafilo e fermatura. Il porta rocchetto è generalmente in plastica dura e in alcuni modelli è in metallo ed è posizionato sopra la macchina. Questo elemento spesso è di dimensioni grandi e fatto in modo tale da consentire di sostenere anche delle bobine di filo molto pesanti. Infatti una macchina industriale lavora con dei rocchetti con più quantità di filo.

A tal proposito, una delle principali prerogative delle cucitrici industriali, che poi le differenzia da quelle tradizionali che si usano in casa, è che non hanno la possibilità di realizzare tante tipologie diverse di punti di cucito. Infatti ogni singola macchina da cucire industriale sarà in grado di svolgere pochi punti: ci saranno alcuni apparecchi che realizzano solo il punto dritto, le cosiddette cucitrici lineari, altri che svolgono solamente il punto a zig zag, o, altri ancora, l’asola per i bottoni. Questo principalmente perché una cucitrice di questo genere è pensata per svolgere in maniera ottimale, e a livello unicamente professionale, uno specifico lavoro di cucito, diversamente da una cucitrice domestica che è pensata per realizzare tipi di lavori differenti che però non garantiscono la stessa qualità.

Tuttavia, con l’avanzare della tecnologia sono stati costruiti dei modelli di cucitrici industriali capaci di svolgere anche più di un punto di cucito, garantendo sempre un risultato perfetto sul lavoro. Oltretutto, è da sapere che una cucitrice che si usa in casa può essere utilizzata da esperti e principianti, mentre, è certo che una macchina industriale sarà usata solamente dai professionisti della sartoria e non è pensata per gli inesperti del cucito. Per la loro specificità di utilizzo esistono macchine da cucire industriali capaci di lavorare con tessuti particolari come la pelle e il cuoio, altre che saranno pensate per realizzare lavori di maglieria, altre ancora che sono adatte a trattare tessuti elasticizzati o più difficili. In questo senso, se nella cucitrice che usiamo in casa basterà cambiare il piedino o l’ago e impostarla per un determinato tipo di lavoro, una cucitrice industriale sarà tutta quanta adibita a un uso specifico e questo ne determinerà anche la struttura, la forma esterna e la presenza di elementi caratterizzanti per il lavoro.

Anche nel mondo delle macchine da cucire industriali alcuni modelli saranno più antichi rispetto ad altri che invece sono stati fabbricati di recente e hanno un funzionamento più avanzato, anche da un punto di vista tecnologico. Ad esempio alcuni modelli di cucitrici industriali più antichi si servono di una leva che si manovra con il ginocchio e che consente di alzare e abbassare il piedino. Un movimento che sicuramente reputeremo più di vecchio stampo rispetto a quei modelli moderni che, proprio come le cucitrici domestiche, possiedono la comoda leva alza piedino. Quest’ultima, specie nei macchinari più innovativi può essere di tipo elettromagnetico, ovvero si tratta di un meccanismo di alzata che non ha bisogno di alcuna leva. Pertanto, se vogliamo dei modelli più sofisticati, sicuramente dovremo fare riferimento alle cucitrici più avanzate, quelle elettroniche, le quali sono dotate di tasti per selezionare le funzioni e di un apposito schermo per visualizzare il tipo di lavoro che è stato impostato.

Il costo di una macchina da cucire di tipo industriale è certamente alto, soprattutto per i modelli più nuovi e innovativi. Il prezzo può variare in base alla marca, ai materiali, alle funzioni e alle specificità che costituiscono il macchinario nella sua interezza. Bisogna ricordare prima di tutto che un macchinario del genere sarà difficile trovarlo nei negozi più comuni di macchine da cucire. Perciò, se intendiamo recarci in un normale negozio di cucitrici, a scopo informativo, sicuramente ci verranno indicati dei rivenditori specifici. Per poter acquistare un macchinario del genere infatti, bisognerà rivolgersi a dei fornitori che trattano questo genere di macchinari in particolare. In questo modo avremo anche la possibilità di poter scegliere tra una vasta gamma di prodotti, di elevata qualità, affidabili e a prezzi anche competitivi. Ovviamente bisogna sempre avere ben presenti le nostre specifiche esigenze sartoriali.


Mi sono laureata in Filosofia presso La Sapienza di Roma e successivamente mi sono formata come copywriter presso la R.U.F.A. Amante della moda, sono sempre stata appassionata delle tecniche sartoriali e del mondo del cucito, di cui mi occupo a 360 gradi in ogni sua sfaccettatura.

7197 7184 7243 7176 7045 7173 7209 7104 7061 7039
Back to top
Macchine da Cucire