Che cosa è una tagliacuci? Informazioni, caratteristiche e modelli

1
2
3
4
5
Singer Promise 1409 Macchina da Cucire, 15 Operazioni di cucito, 9 Opzioni di punti, Colori...
Singer Tradition 2263 Macchina per Cucire, Bianco
Brother JX17FE (Fantasy Edition) - Macchina da Cucire Portatile con 17 Punti di Cucitura, Facile...
Signstek - Macchina da cucire con 12 programmi di cucito regolabile, velocità piede di...
Brother CS10s Macchina da Cucire, Metallo, Bianco/Rosso, Full-size sewing machine
Singer Promise 1409 Macchina da Cucire, 15 Operazioni di cucito, 9 Opzioni di punti, Colori...
Singer Tradition 2263 Macchina per Cucire, Bianco
Brother JX17FE (Fantasy Edition) - Macchina da Cucire Portatile con 17 Punti di Cucitura, Facile per...
Signstek - Macchina da cucire con 12 programmi di cucito regolabile, velocità piede di falciatura...
Brother CS10s Macchina da Cucire, Metallo, Bianco/Rosso, Full-size sewing machine
Singer
Singer
Brother
Signstek
Brother
Bestseller No. 31
Singer Promise 1409 Macchina da Cucire, 15 Operazioni di cucito, 9 Opzioni di punti, Colori...
Singer Promise 1409 Macchina da Cucire, 15 Operazioni di cucito, 9 Opzioni di punti, Colori...
Macchina automatica con 15 operazioni di cucitoBraccio libero per cuciture tubolariSistema di infilatura a prova di errore
Bestseller No. 32
Singer Tradition 2263 Macchina per Cucire, Bianco
Singer Tradition 2263 Macchina per Cucire, Bianco
Ventitré programmi di cucito essenziali per iniziare a cucireOcchiello a quattro tempiRegolazione lunghezza ed ampiezza punto
Bestseller No. 33
Brother JX17FE (Fantasy Edition) - Macchina da Cucire Portatile con 17 Punti di Cucitura, Facile per...
Brother JX17FE (Fantasy Edition) - Macchina da Cucire Portatile con 17 Punti di Cucitura, Facile...
【FACILE DA USARE】Una macchina per cucire particolarmente intuitiva, compatta, pratica e...【SUPER COMPLETA】17 punti di cucito, Cucitura di ritorno, Punto dritto in 6 varianti, punti...【SPECIALE SU TESSUTI PESANTI】Dotata di doppia alzata del piedino, placca in metallo, robusto...
Bestseller No. 34
Signstek - Macchina da cucire con 12 programmi di cucito regolabile, velocità piede di falciatura...
Signstek - Macchina da cucire con 12 programmi di cucito regolabile, velocità piede di...
OffertaBestseller No. 35
Brother CS10s Macchina da Cucire, Metallo, Bianco/Rosso, Full-size sewing machine
Brother CS10s Macchina da Cucire, Metallo, Bianco/Rosso, Full-size sewing machine

Se avete scoperto che il cucito vi appassiona e siete diventate esigenti sul trattamento di singoli capi o di particolari tipi di stoffe, una buona idea può essere quella di acquistare una tagliacuci. Questo macchinario, dalle molteplici opzioni, è molto diverso da una classica macchina da cucire in quanto svolge un lavoro differente rispetto a quest’ultima. La sua caratteristica principale, proprio come indica il nome stesso, è quella di tagliare, rifinire e cucire in una sola operazione. Un’altra caratteristica fondamentale che la differenzia da una macchina da cucire è quella di lavorare contemporaneamente con due aghi. Questo macchinario consente di realizzare orli, cuciture e decorazioni impeccabili su ogni genere di stoffa: da quelle più fine a quelle più resistenti o elasticizzate, nel momento stesso in cui vengono tagliate. È in grado di trattare qualsiasi genere di tessuti, senza limitazione alcuna.

Da questo punto di vista, una tagliacuci può colmare perfettamente i limiti di una macchina da cucire classica, ed è bene sapere che i due macchinari non sono interscambiabili. Infatti, il vantaggio di possedere un simile apparecchio è quello di poter rifilare alla perfezione i nostri capi per evitare che si sfilaccino e allo stesso tempo di svolgere un trattamento di cucitura, orlatura, bordatura e decorazioni del tutto professionali. Il tutto in una sola operazione. Mentre, seppure una macchina da cucire può avere la funzione tagliacuci, tuttavia non potrà mai raggiungere un risultato prestante come quello che può garantire una tagliacuci vera e propria.

Tra i punti di cucitura più comuni di una tagliacuci abbiamo il punto Overlock, che può essere da due a cinque fili e il punto a catenella. Quest’ultimo è ideale su stoffe e tessuti che tendono ad arricciarsi. Il punto forte di una macchina tagliacuci sono anche le decorazioni. La capacità di realizzare numerose decorazioni è fondamentale per una macchina tagliacuci in quanto, essendo in grado di intrecciare cucire e lavorare più fili insieme, è possibile creare decorazioni molto particolari.

 

Come è fatta una tagliacuci: caratteristiche generali

Quando abbiamo di fronte una macchina tagliacuci, non possiamo fare a meno di notare le molteplici differenze, per forma e funzioni, rispetto a una cucitrice tradizionale. Essendo però un macchinario che lavora con aghi, fili, bobine e tessuti, avrà pure degli elementi del tutto simili a quelli presenti in una cucitrice. Vediamo quali sono le caratteristiche di una macchina tagliacuci.

Una macchina tagliacuci è facilmente riconoscibile. La prima cosa che salta all’occhio quando si ha davanti un macchinario come questo è la struttura in metallo montata proprio dietro la macchina. Questa struttura sorregge le bobine di filo che serviranno per la cucitura. La forma di questo accessorio ricorda quella di un’antenna: c’è un’asta centrale, chiamata supporto del guidafilo, che sorregge un’altra asta, più fina, posizionata per orizzontale. Da quest’ultima pendono dei piccoli gancetti in metallo ben saldati, chiamati guidafilo che, come suggerisce il nome, servono a sostenere e far scorrere i fili che provengono dalle bobine retrostanti, collegate direttamente alla macchina. Questo elemento della tagliacuci consente di mantenere i fili ben separati tra loro per permettere ad ognuno di svolgere il percorso corretto all’interno della macchina.

Ogni filo va inserito nel suo apposito spazio segnato da diverse rotelline poste sulla struttura della tagliacuci. A cosa servono le scanalature e le rotelline? Il meccanismo di una tagliacuci è lo stesso di una cucitrice, solamente che moltiplicato per quattro. Perciò quelli che vediamo non sono altro che i diversi spazi nei quali vanno inseriti i vari fili adibiti alla lavorazione e le rotelle servono a regolare la tensione di: ago destro, ago sinistro, del crochet superiore e del crochet inferiore. I simboli e i colori posti accanto a queste rotelle indicano esattamente questi diversi elementi e la possibilità di regolarne la tensione ad un livello più o meno elevato.

Tra le principali caratteristiche di una macchina tagliacuci vi è quella di poter cucire contemporaneamente con tre o quattro bobine diverse, utilizzando due aghi in contemporanea. In questo modo è possibile utilizzare questo macchinario per intrecciare e cucire anche con dei filamenti dai diversi colori e realizzare progetti dalle sfumature più particolareggiate. A questo proposito, le esperte di questo macchinario consigliano sempre di avere a disposizione delle bobine di filo di colore grigio, rosa e avorio da intrecciare agli altri fili, per ottenere sfumature dai toni delicati e eleganti. Tra gli altri elementi fondamentali che costituiscono una tagliacuci ci saranno di certo delle rotelle fondamentali, tra cui:

  • rotellina per regolazione della lunghezza del punto
  • volantino
  • rotellina per regolazione del trasporto differenziale

La prima, proprio come quella che troviamo in una macchina da cucire, serve a regolare la lunghezza del punto. Se abbiamo a che fare con dei tessuti più leggeri possiamo decidere di impostare sul valore numero due, mentre se abbiamo a che fare con tessuti più pesanti o dalla consistenza dura allora possiamo scegliere un valore più alto, tra il tre e il quattro. Perciò se abbiamo a che fare con un tessuto non troppo rigido, la tensione potrà essere impostata sul valore medio. Il volantino, proprio come quello di una macchina da cucire, serve a alzare e abbassare l’ago.

La rotellina per regolare il trasporto differenziale, invece, è una caratteristica specifica di una macchina tagliacuci. Il trasporto differenziale è fondamentale per cucire tessuti di tipo più elastico come jeans, maglina e lana, stoffe che una tagliacuci è capace di gestire alla perfezione. Questa particolare funzione consente di svolgere cuciture dritte e fa scorrere i tessuti senza i pericolo di tirarli o strapparli. Questa caratteristica permette al tessuto di non arricciarsi durante la fase di cucitura e garantendo sempre una lavorazione e un punto perfetto soprattutto su stoffe lisce e leggere. Il trasporto differenziale inoltre consente di creare anche degli effetti come orli ondulati, bordi arrotondati e così via. Di solito questa manopola si imposta sul numero uno che è la velocità standard. Questa funzione, come abbiamo detto, essendo specifica di una tagliacuci non può essere riprodotta da una macchina da cucire, o per lo meno non alla perfezione, perciò chi ama svolgere questo tipo di lavorazioni sicuramente avrà bisogno di questo macchinario.

La cosa più importante per saper utilizzare alla perfezione una tagliacuci è quella di gestire bene le rotelline che regolano la tensione del filo, e impostarle secondo il tipo di stoffa che stiamo lavorando. I numeri che regolano la tensione vanno da uno a nove. Più aumenta il valore del numero più aumenterà la tensione del filo. Come si può vedere, ogni rotellina è segnata da un colore diverso. Questi colori corrispondono alle bobine di filo che sono posizionate dietro la macchina: blu e rosso corrispondono rispettivamente al filo superiore e inferiore, mentre celeste e giallo indicano la tensione del filo dell’ago destro e quello dell’ago sinistro.

Come si imposta una tagliacuci

Nella zona adibita alla cucitura, ovvero l’area in metallo, si trovano gli elementi essenziali per il taglio e il cucito. Qui troviamo: la leva alza piedino, i due aghi, il piedino e il coltello superiore. Mentre la zona interna, quella dove è custodito l’ingranaggio, essendo molto sofisticata risulta alquanto complessa e delicata. È proprio qui che il filo svolge tutto il percorso ed è anche qui che è presente il coltello inferiore per il taglio. Quest’ultimo insieme al coltello superiore taglierà come una forbice i tessuti che posizioniamo sullo spazio di lavoro. Va notato che rispetto a quello di una macchina da cucire, il meccanismo interno di una tagliacuci è molto difficile da maneggiare. In molti, infatti, hanno riscontrato diverse difficoltà nel posizionare i fili all’interno del percorso ma con un po’ di pratica tutto risulta più semplice. Fortunatamente, ogni macchina tagliacuci è dotata di istruzioni per capirne il funzionamento e di indicazioni per svolgere i diversi tipi di punti, spiegando tra l’altro quali elementi presenti nel macchinario sono necessari per portare a termine un certo tipo di lavoro.

Si ricorda che non tutti i modelli si impostano allo stesso modo, perciò è bene imparare il meccanismo di infilamento specifico del modello che abbiamo acquistato. Se si apre il vano contenente il meccanismo interno, vedremo esposto tutto l’ingranaggio. Come prima cosa bisogna inserire i fili sui rocchetti e poi farli passare lungo il tragitto della macchina, secondo il numero che li contraddistingue. Perciò, prima andrà inserito il filo numero uno fino ad arrivare al numero quattro. Poi dovremo decidere che genere di aghi utilizzare e eventualmente cambiarli. Il metodo di sostituzione dell’ago è simile a quello di una macchina da cucire: con l’aiuto di un cacciavite si allentano le viti che tengono fermi gli aghi. Lo stesso discorso vale per il piedino.

Da saper utilizzare adeguatamente, inoltre, è la manopola che regola la posizione del coltello inferiore. La posizione del coltello inferiore infatti determina anche la larghezza della cucitura che andrà fatta, quindi se il bordo della stoffa deve essere tagliato e arricciato, bisogna calcolare bene la lunghezza del taglio e della cucitura che dovrà poi svolgere l’ago. Facciamo un esempio per capire la funzione dei vari componenti che abbiamo elencato. Se, ad esempio, stiamo lavorando un tessuto molto leggero e dobbiamo fare una cucitura arrotolata, è necessario spostare il coltello inferiore attraverso un’apposita levetta. Azionando il macchinario, il bordo della stoffa viene tagliato, arrotolato e cucito contemporaneamente secondo le misure che desideriamo. Per ottenere un effetto arrotondato bisogna impostare anche il trasporto differenziale sul valore che consente di realizzare una leggera increspatura. La tensione dei fili, per questo genere di lavorazione, andrà aumentata per ottenere un effetto più arricciato.

Cosa sapere su una tagliacuci e quali sono i modelli in commercio

Una tagliacuci di media lavora a una velocità più elevata di una macchina da cucire. Alcuni modelli più prestanti sono capaci di lavorare anche a una velocità di 1500 punti al minuto. Le parti interne pertanto sono in grado di svolgere numerose rotazioni in brevissimo tempo. È sempre consigliabile svolgere una continua manutenzione per questo macchinario al fine di evitare rotture o intoppi dell’ingranaggio. Bisogna sapere che una macchina tagliacuci, essendo capace di lavorare con più fili contemporaneamente e a una intensità elevata, consuma una quantità di filo maggiore rispetto a una cucitrice normale. Per questo è bene utilizzare dei fili più fini per evitare accumuli di filamenti sul tessuto. Soprattutto, bisogna munirsi di spole che contengano più quantità di materiale per lavorare. In commercio è possibile trovare delle spole di dimensioni molto grandi pensate proprio per questo tipo di macchinario, in modo tale da far durare più a lungo il rocchetto di filo senza doverlo cambiare in continuazione.

Sul mercato è possibile trovare due categorie di tagliacuci: quelle professionali che sono molto costose, apposite per sarti, e quelle economiche, destinate ad un uso prevalentemente domestico e per principianti.

I modelli di fascia economica presenti in commercio sono molti, la maggior parte sono a funzionamento meccanico. Sulla struttura della tagliacuci troveremo di certo tutte le manopole che abbiamo considerato fino ad ora, le quali saranno da impostare manualmente. Questi apparecchi, dalla fascia di prezzo più bassa, sono ottimi per svolgere un lavoro di taglio e cucito su ogni genere di tessuto. Una tagliacuci economica è in grado di cucire anche vari strati di tessuto insieme, garantendo sempre un risultato ottimale. Qualche modello tuttavia può essere più essenziale e dunque privo di alcune funzioni specifiche come ad esempio: la capacità di svolgere arricciature, la mancanza dell’opzione per punti di copertura o anche l’impossibilità di realizzare particolari tipi di decorazioni. I prezzi di questo genere di macchinari varia e si aggira intorno ai 300 euro o più in base al modello e alla marca.

Tra le tipologie di tagliacuci professionali, invece, possiamo trovare sia quelle dal funzionamento meccanico sia quelle che possiedono delle opzioni gestibili elettronicamente, come la regolazione della tensione del filo oppure il touch screen integrato, utile per selezionare i diversi punti di cucitura e di decorazioni. Le tagliacuci professionali sono perfette per la rifinitura degli orli e per le cuciture aperte. I punti di cucitura non sono numerosi come quelli che possiede una macchina da cucire semplicemente perché, come ricordiamo, la funzione della tagliacuci è diversa da quella di una cucitrice classica. Per questo in una tagliacuci professionale troveremo numerosi punti di cucitura specifici per le funzioni che il macchinario offre. Tra i punti di cucitura e le funzioni possibili avremo:

  • vari tipi di punto copertura a più fili
  • punto catenella
  • Overlock a due/tre/quattro/cinque fili
  • orlo arrotolato su tessuti più leggeri
  • orlo arrotolato incorporato per orli a due o tre fili senza cambiare ago e piedino
  • grande varietà di decorazioni possibili
  • capacità di passare da un punto all’altro senza dover cambiare piedino e ago
  • sollevamento extra del piedino per cucire più strati di tessuto

Queste macchine essendo tecnologicamente più avanzate, dispongono oltretutto di un meccanismo di infilatura e cucitura facilitato adatto a rendere più semplice il cucito anche ai principianti. Un comodo puntatore led illumina la zona di cucitura per poter lavorare in qualsiasi condizione di luminosità e a qualunque ora della giornata. Alcuni modelli inoltre dispongono del piano di lavoro allungabile e di punti di cucitura che possono arrivare anche a 25. Il prezzo di una tagliacuci di fascia alta si aggira intorno ai 1500 euro o più, a seconda del modello e della marca specifica.

La scelta di una talgiacuci più o meno professionale dunque dipenderà sempre dalle nostre esigenze e dalle nostre capacità. In ogni caso avremo a che fare con un macchinario molto sofisticato, dalle molteplici funzioni, capace di regalarci mille soddisfazioni. Un pezzo immancabile per gli amanti del cucito.

 FunzioniPrezzo
Tagliacuci di fascia economicafunzionamento meccanico. Ottima per taglio e cucito di tutti i tessuti anche elasticizzati. Funzioni base. Possono essere prive di alcuni tipi di punto e decorazioni.300 euro in su
Tagliacuci professionaleFunzionamento meccanico o elettronico. Molteplici funzioni. Fino a 25 punti di cucito. Decorazioni numerose. Touch screen, puntatori led, funzionamento facilitato1000 euro in su

Mi sono laureata in Filosofia presso La Sapienza di Roma e successivamente mi sono formata come copywriter presso la R.U.F.A. Amante della moda, sono sempre stata appassionata delle tecniche sartoriali e del mondo del cucito, di cui mi occupo a 360 gradi in ogni sua sfaccettatura.

7197 7184 7243 7176 7045 7173 7209 7104 7061 7039
Back to top
Macchine da Cucire