Macchina da cucire da tavolo: tipologie e caratteristiche

1
2
3
4
5
Singer Promise 1409 Macchina da Cucire, 15 Operazioni di cucito, 9 Opzioni di punti, Colori...
Singer Tradition 2263 Macchina per Cucire, Bianco
Brother JX17FE (Fantasy Edition) - Macchina da Cucire Portatile con 17 Punti di Cucitura, Facile...
Signstek - Macchina da cucire con 12 programmi di cucito regolabile, velocità piede di...
Brother CS10s Macchina da Cucire, Metallo, Bianco/Rosso, Full-size sewing machine
Singer Promise 1409 Macchina da Cucire, 15 Operazioni di cucito, 9 Opzioni di punti, Colori...
Singer Tradition 2263 Macchina per Cucire, Bianco
Brother JX17FE (Fantasy Edition) - Macchina da Cucire Portatile con 17 Punti di Cucitura, Facile per...
Signstek - Macchina da cucire con 12 programmi di cucito regolabile, velocità piede di falciatura...
Brother CS10s Macchina da Cucire, Metallo, Bianco/Rosso, Full-size sewing machine
Singer
Singer
Brother
Signstek
Brother
Bestseller No. 31
Singer Promise 1409 Macchina da Cucire, 15 Operazioni di cucito, 9 Opzioni di punti, Colori...
Singer Promise 1409 Macchina da Cucire, 15 Operazioni di cucito, 9 Opzioni di punti, Colori...
Macchina automatica con 15 operazioni di cucitoBraccio libero per cuciture tubolariSistema di infilatura a prova di errore
Bestseller No. 32
Singer Tradition 2263 Macchina per Cucire, Bianco
Singer Tradition 2263 Macchina per Cucire, Bianco
Ventitré programmi di cucito essenziali per iniziare a cucireOcchiello a quattro tempiRegolazione lunghezza ed ampiezza punto
Bestseller No. 33
Brother JX17FE (Fantasy Edition) - Macchina da Cucire Portatile con 17 Punti di Cucitura, Facile per...
Brother JX17FE (Fantasy Edition) - Macchina da Cucire Portatile con 17 Punti di Cucitura, Facile...
【FACILE DA USARE】Una macchina per cucire particolarmente intuitiva, compatta, pratica e...【SUPER COMPLETA】17 punti di cucito, Cucitura di ritorno, Punto dritto in 6 varianti, punti...【SPECIALE SU TESSUTI PESANTI】Dotata di doppia alzata del piedino, placca in metallo, robusto...
Bestseller No. 34
Signstek - Macchina da cucire con 12 programmi di cucito regolabile, velocità piede di falciatura...
Signstek - Macchina da cucire con 12 programmi di cucito regolabile, velocità piede di...
OffertaBestseller No. 35
Brother CS10s Macchina da Cucire, Metallo, Bianco/Rosso, Full-size sewing machine
Brother CS10s Macchina da Cucire, Metallo, Bianco/Rosso, Full-size sewing machine

Le aziende di produzione di macchine da cucire fabbricano delle cucitrici sartoriali di diverse tipologie e dimensioni, le quali sono destinate ad essere utilizzate in casa oppure in un vero e proprio laboratorio o industria di cucito. La differenza fra questi due tipi di macchine per cucire è quella che le distingue principalmente in: macchine per uso domestico e macchine per uso industriale. Certamente le prime sono destinate a un impiego, seppur professionale, sicuramente meno massiccio rispetto a quello che si svolge invece con un apparecchio industriale. Quest’ultimo infatti è adibito alla cucitura di prodotti che vanno assemblati in numerose quantità, finalizzati al commercio o alla vendita, mentre diversamente, le macchine che si utilizzano in casa sono destinate ad un uso privato per riparazioni di indumenti, creazioni o lavori di cucito anche molto diversi fra loro.

Questa differente destinazione d’uso determina anche le caratteristiche tecniche e estetiche di una macchina da cucire. Una cucitrice industriale infatti è notevolmente più grande, pesante e ingombrante, creata con materiali molto più resistenti per evitare usure dovute ad un utilizzo intensivo. La maggior parte delle volte, gli apparecchi industriali sono incassati ad un ampio tavolo da lavoro, e consentono di svolgere poche cuciture, ma in modo del tutto ottimale e professionale. Ogni macchina da cucire industriale, effettivamente, è pensata per un tipo specifico di lavorazione, e per questo ve ne sono moltissime differenti, create per realizzare svariate funzioni. Diversamente le tradizionali cucitrici da tavolo, quelle che vengono destinate a un uso privato, sono leggermente più piccole, molto più maneggevoli e ricche di funzionalità. Ogni apparecchio consente di effettuare numerose operazioni di cucito, ricamo e decorazioni, tutto in un unico macchinario.

Solitamente, quando si desidera dedicare del tempo al cucito creativo oppure si ha bisogno di effettuare delle rammendi o modifiche a dei capi di abbigliamento, molte persone optano proprio per l’acquisto di una buona e affidabile macchina da cucire da tavolo. Quest’ ultima, infatti, adibita ad un uso prevalentemente domestico, è quella maggiormente ricercata dagli amanti del cucito, da chi fa dell’arte sartoriale il proprio hobby, ma anche da tutti quei sarti professionisti che lavorano autonomamente nei propri domicili. In questo senso, le macchine da cucire tradizionali, per la loro specifica destinazione di impiego, sono molto diverse dalle cucitrici industriali: certamente mantengono gli elementi di base necessari al lavoro sartoriale e ne aggiungono di nuovi, spesso anche molto innovativi e originali. Basti pensare che le macchine da cucire a funzionamento elettronico, ad esempio, sono degli apparecchi davvero d’avanguardia e consentono di realizzare lavorazioni personalizzate molto ricercate e rifinite.

 

Un fattore indispensabile per cucire: il piano di appoggio

Le macchine da cucire da tavolo sono apparecchi sartoriali di dimensioni davvero poco ingombranti: la base di appoggio di una cucitrice più essere lunga intorno ai 35 cm e occupare poco spazio in profondità. Dato il loro peso e le misure contenute sono macchinari facilmente trasportabili e collocabili in diversi punti della casa e quindi posizionabili a seconda delle diverse esigenze personali. Pertanto, in virtù delle loro moderate dimensioni possono essere comodamente collocati su uno spazio di lavoro, il quale può essere più o meno fisso in un punto della casa.

La cosa fondamentale da sapere è che questi macchinari vanno sempre appoggiati a un piano di lavoro ben saldo, per mantenere stabilmente il macchinario durante la fase di cucitura. Ottimo, se si tratta di un tavolo, magari piuttosto ampio per contenere anche il resto degli accessori necessari alla cucitura, e sul quale potremo svolgere tutte le operazioni di cucito. Il tavolo di appoggio non è opzionale. Infatti, se si pensa alle cucitrici industriali in cui il tavolo è direttamente incorporato al macchinario, scopriamo l’importanza di un piano di lavoro che sia comodo e della giusta altezza. Prima di tutto esso serve a mantenere fermo il macchinario ma soprattutto deve consentire, a chi sta lavorando, di cucire in comodità, soprattutto per quanto riguarda la posizione relativa al busto e alle gambe.

Inoltre, la funzione indispensabile di un tavolo di appoggio sul quale porre la nostra macchina da cucire è dovuta alla presenza del pedale. Comunemente, infatti, le macchine da cucire si servono di un reostato per azionare il movimento di cucitura dell’ago. Questo si collega al macchinario con un cavo elettrico e va azionato attraverso il movimento continuo del piede. Il pedale va rigorosamente posizionato al di sotto del tavolino, dove dovrebbe esserci uno spazio abbastanza ampio per collocare anche le gambe di chi sta lavorando e consentire così di sistemarsi in una postazione per cucire più confortevole possibile. A questo proposito esistono in commercio degli appositi mobili per il cucito che contengono il macchinario e allo stesso tempo offrono una postazione di cucito agevole e funzionale.

Funzioni di una macchina da cucire da tavolo

Ogni macchina da cucire possiede delle funzioni di base per svolgere i più comuni lavori di cucito, sia che si tratti di un modello economico sia di un modello di fascia alta. In questo senso, ogni macchinario è certamente dotato dei punti di cucito più importanti: i modelli migliori di cucitrici da tavolo sono possiedono circa 200 punti di cucito disponibili, tra i quali vi sono i punti di ricamo, di decorazione e diversi punti asola. Inoltre tutti i modelli sono sempre provvisti delle opzioni principali per regolare i vari elementi della cucitrice da tavolo, in base al lavoro che si deve realizzare e a tal riguardo i modelli migliori consentono anche di aggiungere degli elementi determinati per la cucitura di tessuti particolari o di lavorazioni più specifiche. Tuttavia, allo stesso tempo, ogni macchina da cucire da tavolo è differente dall’altra e possiede delle qualità specifiche, delle funzioni e delle caratteristiche tecniche proprie. Il costo di una macchina da cucire può andare dai 70 euro fino ad arrivare anche ai 2000 euro per i modelli più sofisticati.

Le macchine da cucire da tavolo possono essere a funzionamento elettronico e meccanico e i migliori modelli di macchinari sono dotati di alcuni meccanismi avanzati che le rendono più facili e veloci da utilizzare. Stiamo parlando di tutte quelle opzioni automatiche che sono prerogativa dei modelli di cucitrici leggermente più evoluti. Queste funzioni possono essere ad esempio:

  • Funzione infila ago automatica
  • Avvolgimento automatico della bobina
  • Puntatore led per posizionare con precisione l’ago sulla porzione di tessuto da cucire
  • Inserimento spoline semplificato
  • Trasporto a sei ranghi per trattare ogni genere di tessuto
  • Gestione computerizzata della velocità di cucitura

Inutile dire che ogni macchina da cucire da tavolo è provvista delle funzioni fondamentali per regolare il macchinario a seconda della lavorazione che si deve svolgere. Stiamo parlando del controllo della tensione del filo, della regolazione della pressione del piedino, della funzione retromarcia, e così via. La differenza che ci sarà fra un modello e l’altro riguardo le funzioni basilari, può essere relativa a una regolazione più o meno millimetrica per garantire un risultato perfetto.

A ogni cucitrice da tavolo il suo compito specifico

In commercio esistono delle cucitrici da tavolo a funzionamento meccanico o elettronico, di diverse fasce economiche, realizzate per svolgere delle lavorazioni più o meno specifiche. In questo senso esistono dei modelli ottimi per i lavori di patchwork e quilt, altri pensati per il trattamento di stoffe particolari come i tessuti elasticizzati, o per lavorare la pelle e il cuoio. in tal senso ogni macchinario sarà anche provvisto degli elementi necessari, come aghi particolari e piedini, finalizzati a un funzionamento e una prestazione ottimale dell’intero apparecchio. Vediamo quali sono le tipologie differenti di macchine da cucire da tavolo e le caratteristiche principali dei migliori modelli.

Le macchine da cucire da tavolo per Patchwork e Quilt

Il patchwork e il quilt sono un tipologie di lavorazioni sartoriali davvero originali e fantasiose, amate da molti appassionati del cucito. Non è difficile trovare persone che acquistano una cucitrice da tavolo appositamente per realizzare questo genere di creazioni. Le macchine per Quilt e Patchwork sono degli apparecchi sartoriali costruiti, come la maggior parte delle cucitrici, in plastica e in metallo, e sono provviste di elementi aggiuntivi specifici per la destinazione d’uso per la quale sono create. Un elemento fondamentale di questi apparecchi che non può certamente mancare è un particolare tipo di piedino adibito questo tipo di creazione: il piedino D. Sicuramente una cucitrice di questo tipo avrà in dotazione questo speciale accessorio e se non è presente è sempre possibile acquistarlo separatamente in un negozio di sartoria.

Inoltre, ogni buon modello di cucitrice per patchwork e quilt è sicuramente dotata di funzione doppio trasporto e pressione del piedino regolabile. Certamente sarà presente anche la possibilità di spostare la posizione dell’ago per consentire la realizzazione di eventuali orlature. I modelli migliori di queste macchine, spesso, sono dotati anche di un comodo tavolino aggiuntivo da montare sul macchinario. Questo accessorio serve per fornire dello spazio in più oltre a quello della macchina stessa. Un ampio spazio infatti consente la lavorazione di porzioni di tessuto più o meno ingombranti e vaste. Il costo di queste cucitrici si aggira intorno ai 250 euro per la fascia di prezzo media.

Le macchine da cucire per tessuti pesanti

È bene sapere che, tendenzialmente, tutte le macchine da cucire possono essere in grado di lavorare i tessuti pesanti. Grazie all’acquisto di aghi e piedini adatti è possibile maneggiare i tessuti più spessi e rigidi. Tuttavia, in commercio, esistono dei modelli pensati appositamente per affrontare questo tipo di difficoltà, ovvero tutti quei tessuti dalla difficile lavorazione, come ad esempio può essere il jeans, la pelle o il cuoio. In genere questi macchinari sono molto robusti, alcune volte sono realizzati interamente in metallo e costruiti con materiali pregiati e resistenti, soprattutto nelle zone adibite alla cucitura, che sono quelle più esposte a rotture. Questi macchinari sono dotati di molti punti di cucito per consentire una versatilità su svariati tipi di lavorazioni. Tra le caratteristiche di una cucitrice per tessuti pesanti avremo:

  • Pulsante di livellamento del piedino
  • Numerose griffe di trasporto
  • Funzione di regolazione per l’ago: alto e basso
  • Cucitura con ago gemello
  • Doppia alzata del piedino
  • Leva per il disinnesto del trasporto

Questo genere di cucitrici da tavolo appartengono alla fascia media e possono costare intorno tra i 200 e i 300 euro poco più o poco meno, a seconda della marca e del modello.

Macchine da cucire da tavolo: le ricamatrici

Un altro genere di macchine da cucire da tavolo sono certamente le ricamatrici. Queste, infatti, oltre a essere delle ottime cucitrici sono prevalentemente dei macchinari per realizzare ricami e decorazioni. Le macchine da ricamo da tavolo, specialmente i modelli migliori, sono tecnologicamente avanzate e in gradi di soddisfare le menti più fantasiose. Queste sono dotate di un comodo funzionamento computerizzato che consente, tra l’altro, di modificare direttamente sul display, l’immagine che si desidera ricamare. Sono dotate di un ampio piano di lavoro per ospitare tessuti pesanti e ingombranti.

Tutte le migliori ricamatrici da tavolo sono dotate di molti punti di cucito, di luci led per illuminare il piano di lavoro e di un comodo funzionamento automatico in grado di facilitare la creazione, anche ai principianti. La maggior parte dei modelli che troviamo in commercio sono tutti quanti degli ottimi apparecchi computerizzati. Ciò significa che le impostazioni vengono gestite tramite degli appositi pulsanti incorporati sulla macchina stessa oppure integrati nello schermo lcd. Le ricamatrici da tavolo appartengono alla fascia medio-alta di prezzo: il costo può variate tra i 600 euro fino ad arrivare anche a 300o euro per i modelli più avanzati.


Mi sono laureata in Filosofia presso La Sapienza di Roma e successivamente mi sono formata come copywriter presso la R.U.F.A. Amante della moda, sono sempre stata appassionata delle tecniche sartoriali e del mondo del cucito, di cui mi occupo a 360 gradi in ogni sua sfaccettatura.

7197 7184 7243 7176 7045 7173 7209 7104 7061 7039
Back to top
Macchine da Cucire